Acquamarina significato e proprietà della gemma della felicità

Acquamarina significato e caratteristiche

Acquamarina significato e proprietà: cerchiamo di scoprire le particolarità di questa bellissima gemma. L’acquamarina è una variante azzurra del berillo

Il colore dell’acquamarina dal significato acqua del mare è dovuto alla presenza del titanio e del ferro.

È proprio grazie alla loro presenza che la pietra assume quelle splendide colorazioni azzurre più o meno intense. Dotata di una lucentezza vitrea l’acquamarina ha una durezza pari a 7,5- 8 della scala di Mohs.

Il nome acquamarina, dal significato acqua del mare, deriva dalla forma latina aqua cioè acqua e marinus , che appartiene al mare.

L’acquamarina per la sua durezza e per il suo grado di rifrazione è simile allo smeraldo , ma a differenza di questo è quasi priva di inclusioni. È molto apprezzata in gioielleria dove è utilizzata per la creazione di gioielli di vario genere di estrema eleganza.

Varietà della pietra preziosa colore del mare

La splendida pietra assume diverse denominazioni secondo il luogo dove è estratta. Le più pregiate varietà della pietra preziosa colore del mare sono le acquamarine Santa Maria chiamate così dal luogo dove vengono estratte, le miniere di Santa Maria de Itabira in Brasile. Il loro colore è di un bellissimo azzurro intenso.

Altrettanto seducenti ma di colore meno intenso sono le acquamarine Espirito Santo che si trovano nello stato di Santo Spirito in Brasile.

Sempre appartenenti al Brasile troviamo l’acquamarina Boca-Rica che richiama la schiuma del mare e con tonalità verdi, l’acquamarina Santa Teresa dal bel colore blu turchese e l’acquamarina Pedra Azul dal colore blu intenso.

Esiste anche un’altra varietà della pietra preziosa colore del mare che è l’acquamarina occhio di gatto dove si può osservare il tipico fenomeno del gatteggiamento.

Storia e leggende sulla pietra

Molte sono le storie e le leggende che ruotano attorno a questa magnifica gemma. Per il suo legame con il mare l’acquamarina è considerata come un portafortuna per i marinai.

Si racconta infatti che i marinai usavano gettare un pezzo di acquamarina in mare per placare le ire del dio del mare Poseidone.

Così facendo si propiziavano una buona navigazione e allontanavano tempeste e temporali. L’acquamarina era considerata il tesoro delle sirene. Si narra anche che durante il Rinascimento un gioiello di acquamarina era considerato il regalo più bello che una sposa potesse ricevere poichè rappresentava il simbolo dell’amore e della felicità nel matrimonio.

Dove si trova la pietra azzurra

La pietra azzurra si può trovare nelle venature di rocce sedimentarie alluvionali o metamorfiche.

Una piccola curiosità: l’acquamarina più grande è quella che è stata trovata nel 1910 in Brasile a Marambaia dal peso complessivo di 110,5 chilogrammi.

Il maggiore produttore di acquamarina è il Brasile dove sono presenti cristalli di notevole caratura. Anche altri paesi quali la Nigeria, il Mozambico, lo Zambia ed il Madagascar svolgono un ruolo importante nell’estrazione di questa meravigliosa gemma. E ancora l’Australia, l’India, il Pakistan, il Kenya gli Stati Uniti e la Russia.

Benefici dell’acquamarina in cristalloterapia

Vari e molteplici sono i benefici dell’acquamarina in cristalloterapia.

  • è indicata per la cura dell’artrite, delle infiammazioni degli occhi, dei disturbi di circolazione;
  • allevia i sintomi dell’allergia e aiuta a combattere i problemi legati alla respirazione;
  • infonde calma e aiuta a guidare le emozioni;
  • apporta una maggiore fiducia in sè stessi dando una mano a superare le paure;
  • favorisce l’amore e l’altruismo;
  • aiuta nella  comunicazione incoraggiando ad esprimere i propri sentimenti nella più completa libertà.

In conclusione una gemma positiva simbolo di pace e felicità.