Scala di Mohs significato e uso della scala durezza minerali

Scala di Mohs ovvero la scala durezza minerali: il metodo empirico usato in mineralogia per verificare il grado di durezza dei minerali.

Scala di Mohs prende in esame il grado di durezza dei minerali per darne una classificazione. Il mineralogista e studioso tedesco Friedrich Mohs dal quale prese il nome ideò la scala durezza minerali nel 1812. I minerali che vengono presi in esame sono 10 e ad ognuno viene attribuito un numero in base al loro grado di durezza .

La caratteristica di ogni minerale

La scala di Mohs stabilisce il grado di durezza dei minerali in base ad un determinato ordine. I numeri della scala durezza minerali sono progressivi e vanno dall’1 al 10. Secondo quest’ordine il minerale in elenco riesce a scalfire quello che lo precede quindi quello di numero inferiore. Non riesce a scalfire però quello con un numero superiore cioè quelli che lo seguono.

 

scala di mohs talco miniera
scala di mohs talco miniera

I minerali seguono una numerazione

Scala di Mohs attribuisce il seguente ordine: 1 talco, 2 gesso, 3 calcite, 4 fluorite, 5 apatite, 6 ortoclasio, 7 quarzo, 8 topazio. 9 corindone, 10 diamante. Da questo esempio possiamo notare che secondo la scala durezza minerali il topazio con durezza 8 riesce a scalfire il quarzo e tutti i minerali antecedenti. Tuttavia, sempre secondo l’esempio non riesce a scalfire il corindone ed il diamante, i due minerali che lo seguono.

Il valore reale effettivo tra due minerali

La scala di Mohs varia di molto il valore reale tra i minerali poichè garantisce solamente un livello indicativo. Tuttavia esiste un’ulteriore scala durezza minerali che tiene conto della durezza assoluta. È la scala di Rosiwal, dal  nome del mineralogista austriaco August Rosiwal che l’ha ideata nel 1896. La scala di Rosiwal tiene conto della durezza dei minerali ed è stata verificata con prove di laboratorio.

 

Source: Image by https://www.chimica-online.it/download/scala-di-mohs.htm