Varietà di agata e caratteristiche di questo splendido quarzo

Varietà di agata e come si forma

L’agata è una varietà di calcedonio e fa parte della famiglia dei quarzi. Esistono diverse varietà di agata, una  pietra semi-trasparente con una lucentezza opaca o traslucida. Questa pietra si forma in ambiente idrotermale e lungo le pareti delle cavità delle rocce vulcaniche. Con il raffreddamento del magma si formano soluzioni di acido silicilico che danno origine a cristalli a strati. Tutto questo provoca quella caratteristica e diversa colorazione a strisce. La gemma ha un grado di durezza pari a 6,5- 7 secondo il valore della scala di Mohs. Sono tante le varietà di agata che possiamo trovare : agata bianca od onice  bianca con varie sfumature traslucide, agata gialla, agata blu, agata rosa, agata viola, agata nera od onice nero, agata di fuoco, agata muschiata chiamata “la pietra dei giardinieri”, poiché se messa nei giardini rende la fioritura più abbondante, agata dendritica, di colore bianco traslucido con dendrite,  agata Botswana con tonalità terra e intensi toni arancio, agata marrone o sardonice, agata grigia, agata laguna, agata arancione o corniola. 

Etimologia e leggende

Il nome agata deriva dal greco achates il nome antico del fiume siciliano Dirillo sulle cui sponde tale gemma si trovava in abbondanza. Fin dai tempi antichi era considerata una specie di talismano con il potere di proteggere dalla febbre e di placare la sete. Diverse sono le leggende che circolano su questa splendida gemma. Si narra che i maghi persiani la utilizzavano per allontanare i temporali. Nel 3000 a.C. era usata in Oriente per la produzione di vasi. Sotto l’impero bizantino erano costruite ciotole in agata. Nel periodo del Rinascimento era consuetudine dei reali europei collezionare coppe di agata. Nell’antica Roma era molto usata l’agata intagliata, con delle incisioni di figure o disegni. Nella Bibbia è menzionata come una delle gemme del pettorale di Aronne e delle fondamenta di Gerusalemme. Nel Medioevo era usanza legare un’agata alle corna dei buoi come buon auspicio per il raccolto.

Benefici

Diversi sono i benefici che le vengono attribuite. Considerata come pietra portafortuna svolge un ruolo protettivo per tutto il corpo. È utile contro il mal di testa, rafforza la vista, fortifica lo stomaco, i reni, il fegato, i polmoni ed il cervello. È indicata anche per combattere l’impotenza e la sterilità e svolge una funzione protettiva nelle gravidanze. Notevoli sono anche i suoi effetti sulla psiche: rafforza la concentrazione, stimola la sensualità e la passionalità, fortifica il coraggio. Inoltre le pietre di colore nero o marrone con un cerchio bianco al centro sono utilizzate come talismani contro il malocchio. Infatti proprio il cerchio bianco rappresenta l’occhio che protegge. In pratica una pietra protettiva per la persona e per l’ambiente.
Dove si trova

Questa splendida gemma la possiamo trovare in Brasile, Uruguay, India, Asia Minore e Cina ed in Germania con i giacimenti di Idar-Oberstein che sono i più famosi e antichi.